6 novembre 2011

Nuova intervista ad Andrea Gianessi e recensione su blog Athos

domenica 6 novembre 2011

Andrea Gianessi- "La via della seta"



“LA VIA DELLA SETA” è un album realizzato da Andrea Gianessi.
La descrizione oggettiva della forma e della sostanza, relativa alla filosofia musicale di Gianessi e ai risvolti che hanno portato a realizzare questo interessante lavoro, è in buona parte racchiusa nell’intervista a seguire. E per chi non si accontentasse, esiste il sito personale che giudico di rara completezza, e da cui si può scoprire il “mondo Gianessi”.
www.andreagianessi.it
http://www.myspace.com/andreagianessi


Undici brani per quasi quarantacinque minuti di musica, le cui liriche oscillano tra l’italiano e la lingua inglese. La lettura del titolo dell’album è un indizio che si rafforza dando uno sguardo alla strumentazione utilizzata: bouzouki, violino, flauto traverso, violoncello, fisarmonica, percussioni varie… "Il viaggio" è dunque l'argomento, tra la nostra cultura e quella orientale, tra il nostro mondo e ciò che un tempo era un orizzonte per pochi ed ora si può, volendo, toccare con un dito. Ma tutto questo si percepirebbe in questa unica direzione se a guidarci nel nostro percorso ci fosse solo la musica di Andrea. Le parole suggeriscono invece un secondo, lungo, sofferto trip, attraverso i problemi che ci affliggono quotidianamente, miscelati ai percorsi più intimistici, tra sogni e devastazioni, tra immoralità e luce fioca di speranza. E tra i vari “episodi” appare ciò che alla fine salve le nostre vite, spesso in balia di decisioni di “altri”: la contemplazione delle cose semplici che ridà la giusta proporzione al nostro incedere, la natura nel suo vestito migliore, il godimento di un attimo sereno, la giusta compagnia … cose che si danno per scontate e che spesso si riescono ad apprezzare soltanto quando si è in netto ritardo sulla personale tabella di marcia della nostra esistenza. Se musica come quella di Andrea Gianessi si ascoltasse con attenzione, vivendola appieno, e cercando di carpirne l’essenza, beh … forse certi momenti semplici e lieti potrebbero moltiplicarsi! Questi i messaggi che ho afferrato, conditi da melodie e atmosfere mediterranee che mi hanno sensibilmente colpito. Musica etnica adattata all’esigenza di Andrea Gianessi, musica, probabilmente, da”vedere”.
E la fase live diventa la mia nuova curiosità.