7 giugno 2011

ROCKERILLA - recensione Andrea Gianessi - La Via della Seta


“La via della seta” è un titolo programmatico, una metafora per intendere il sincretismo musicale di Gianessi (abile sperimentatore con i geniali Nihil Project) nella scrittura e nell'arrangiamento delle undici tracce di questo lavoro. Un ponte fra Occidente e Oriente, che sembra affondare le proprie radici in certe opere di Battiato (la traccia di apertura 'Prima delle Sabbie', sembra quasi un omaggio), Camisasca, Sorrenti ed Aktuala. Un viaggio illuminato da suoni di bouzouki, tabla, violino, flauto traverso, cajon e darbouka, che tuttavia si tiene alla larga da facili nostalgie e bastoncini d'incenso. Difficile usare per Gianessi il termine cantautore se non nell'accezione più alta.

Simone Bardazzi per Rockerilla di giugno