13 aprile 2016

PETROLCHIMICO




PETROLCHIMICO

di ANDREA GIANESSI​

Ci sono parole che vanno dette, posizioni che vanno prese. Ho scritto questo brano circa un anno fa. Ero a Gela in Sicilia, uno dei tanti posti in Italia che potrebbero essere bellissimi, ma che sono stati distrutti e poi abbandonati da un vecchio modello di industrializzazione, o di sviluppo, come qualcuno ama ancora chiamarlo. A Gela c'è un enorme stabilimento petrolchimico, i cittadini gelesi lo chiamano il Mostro. Ha funzionato per decenni con la promessa di lavoro e di una crescita economica ad offuscare i danni alla salute, all'ambiente e al tessuto sociale che inevitabilmente si sarebbero creati. Come spesso accade purtroppo questi temi rimangono attuali, oggi più che mai si prova a discutere di nuovi modelli, nuove prospettive. Oggi come sempre c'è chi tenta di evitare il confronto, chi si nasconde dietro necessità economiche, dietro il cosiddetto sviluppo, dietro vaghe giustificazioni tecniche o politiche. Oggi ho deciso di pubblicare questo brano, un piccolo contributo alla discussione, lontano dagli slogan, espresso nella lingua che mi è più vicina: la musica, la canzone. Lascerò il brano in free download, perchè le idee devono girare senza vincoli.

A Gela c'è una terrazza da cui si vede il mare o le ciminiere del petrolchimico, sta a noi scegliere cosa guardare.


11 novembre 2015

Un anno fa, l'11 novembre 2014, usciva un disco per me molto importante, L'Alternativa.



Un anno fa, l'11 novembre 2014, usciva un disco per me molto importante, L'Alternativa. Quella sera abbiamo fatto una bella festa con un sacco di amici, nessun lancio pomposo, nessuna conferenza stampa o presentazione in libreria, nessuna seriosità. E poi i cd hanno cominciato a girare per il mondo, a fare la loro strada, perchè il destino di ogni disco è di abbandonare l'autore e diventare parte di tutti coloro che lo apprezzeranno. Questa sera voglio ringraziare ancora una volta tutti coloro che mi hanno segnalato con una foto o con un messaggio il loro incontro con l'Alternativa! Grazie a tutti! E continuate a mandarmi notizie di questo disco vagabondo...